VISUAL POETRY: “TEMPI”

Tentativo, ancor imperfetto, di dar espressione visuale (Visual Poetry) alla poesia. Anche se, a dire il vero gli esempi del passato sono notevoli: da Apollinaire ai Futuristi di tutto il mondo. Oggi, a differenza del passato, la diffusione dei video e i livelli raggiunti nella loro elaborazione, permettono di utilizzare questo strumento nella poesia.
Cammino alla ricerca dell’alfabeto visuale, che non saprei bene né quando né come, prevarrà sul testo scritto.

IL TESTO

Tempi

Poesia
in due attimi
che vanno
dopo un istante
lungo meno
di un secondo.

Poiché,
dopo un’infinitesima parte
di quel tempo
che scorre continuamente
non sappiamo proprio
cosa succeda.

Ma,
forse,
sarà proprio
quel secondo attimo
che ci spiegherà,
seppur confusamente,
la genesi
di quel primo atto vitale
che diede origine
a tutto il resto.